Diegocare's Blog


1. Mentre cammini muovi continuamente la testa e sollevi le spalle.

2. Non ti avevo vista, poiché la luce era troppo bassa e c’era molta nebbia.

3. Giacomo ha invitato alla festa anche Luisa, che forse non potrà esserci, ma farà certamente il possibile!

4. Parteciperò al concorso, darò il massimo!

5. Franca, che ama la musica, sta studiando il sassofono.

6. Il gelataio del mio quartiere é simpatico e gentile, quindi andiamo spesso da lui.

7. Corri a prendere il pane, subito!

8. Sebbene avesse molto caldo, Michela tenne la sciarpa attorno al collo per timore di prendere un raffreddore.

9. Luigi é andato nel suo habitat naturale, infatti di sta abbronzando da più di due ore!

10. Per vincere alla lotteria, Sergio ha acquistato trecento biglietti!

11. Se sei d’accordo, possiamo andare al cinema per guardare un bel film, ma non dobbiamo farlo per forza.

12. Paolo, é sempre il solito fortunato, é partito per una vacanza ai Caraibi, e tornerà il mese prossimo.

13. Non vorrei ricevere un altro maglione per Natale, né vorrei ricevere una T-shirt come l’anno scorso.

14. Il mio vicino di casa ha aspettato per mezz’ora l’autobus, poi se n’è andato perché si é ricordato che c’era uno sciopero…

15. Il giocatore era scattato verso la porta avversaria, ma non poté calciare la palla, perché un avversario gliel’aveva sottratta abilmente.

16. Nessuno si sarebbe reso disponibile per quella missione, qualora non fosse stato ricompensato adeguatamente.

17. Quando lo sceriffo entrò nel villaggio, trovò quattro vecchie case abbandonate, nelle quali non abitata più nessuno da molto tempo.

18. Margherita era sorpresa del fatto che Gianni l’avesse chiamata al telefono, perché non l’aveva mai fatto prima.

19. Il tramonto era meraviglioso, e Diana lo ammirava silenziosamente, mentre il sole scendeva dietro l’orizzonte.

20. Lo spettacolo, quella sera, fu grandioso: tutti applaudirono a lungo e gli attori si ritennero molto soddisfatti del loro lavoro.

21.  Vuoi che andiamo a mangiare un hamburger o a fare una passeggiata?

22. Non guardate me: io non c’entro nulla in tutto ciò.

23. Perché hai raccolto la carta che ha gettato Luca, per terra?

24. Dopo aver finito il modellino, scatta una foto per inviarla alla giuria del concorso.

25. Il lavoro che hai svolto é superlativo!


1. Se incontri Giulio, ricordagli che deve restituirmi il libro che gli ho prestato.

2. Pedalare é faticoso, ma mi piace moltissimo.

3. Poiché non era abituata a quel freddo, Michela si buscò un bel raffreddore.

4. Il circo ripartì in fretta, dimenticandosi alcuni animali nel boschetto vicino alla piazza.

5. Spedita la lettera, Giovanna tornò a casa, saltellando dalla gioia.

6. Scrivere é la mia passione da quando ero bambino.

7. La responsabilità é questione di maturità: o ce l’hai o non ce l’hai.

8. Ieri ho visto il telefilm nuovo, cioè ho seguito la puntata dall’inizio alla fine.

9. Non ho mangiato io la torta, quindi prenditela con qualcun altro!

10. Credi che sia stato io, oppure ritieni che possa essere stato Luigi?


Sintesi sulla digressione

Sintesi sulla digressione


L'interpretazione nella semiotica visiva

L’interpretazione nella semiotica visiva


RAGIONAMENTO LESSICALE

Care zucchine della 2F, vi riporto, come d’accordo, l’elenco delle frasi da analizzare per l’interrogazione di lunedì 24 ottobre. Lo stesso elenco è disponibile su Google Classrom nel corso “Quant’è dura l’avventura!”.

p. 24
1 – sperare di avere dalla sua la gravità (rr. 3-4)
2 – l’inferno esplodeva dalla terra (r. 4)
3 – optare per le tenebre (r. 5)
4 – avrebbe pregato, fosse stato un credente (rr. 8-9)
5 – un margine che si sfaldava (r. 17)
6 – lottò come un pesce finito sul bagnasciuga (rr. 19-20)

p. 25
1 – il tempio crollava come un cappello di paglia che si disfa in un uragano (rr. 3-4)
2 – finalmente saprò cosa c’è in fondo a questo abisso (rr. 10-11)
3 – guadagnando il terreno (r. 13)
4 – la stanza con le punte di ferro (r. 16)
5 – d’un tratto capì –> come ha fatto a capire? (r. 17)
6 – trafitto come una grottesca, gigantesca farfalla della collezione di un pazzo. (rr. 21-22)

p. 26
1 – si poteva morire di cento morti (r. 3)
2 – quando un’ombra oscurò la statuetta (r. 8)
3 – il suo fu un sorriso di ghiaccio, un sorriso di morte (rr. 15-16)
4 – dove sostavano in fila una trentina di guerrieri (rr. 21-22)
5 – lei ha proprio una dote spiccata per scegliersi gli amici peggiori (rr. 29-30)

p. 27
1 – si tuffò nella macchia (r. 6)
2 – strillando in una lingua che presumibilmente era quella degli Hoviti (r. 7)
3 – il giorno moriva (r. 25)
4 – la radura gli apparve come il centro stesso di un bizzarro bersaglio (rr. 33-34)
5 – non t’insegnano le tecniche di sopravvivenza in archeologia (rr. 37-38)

p. 28
1 – incurante dei tagli e delle abrasioni (rr. 3-4)


Ecco i compiti per domani per la 2F:

1. Realizza lo schema polisemico dei seguenti termini:

    – scatto (p. 21, a sette righe dal fondo pagina)

    – sogno (p. 20, riga 1)

    – colosso (p. 20, riga 8 dal fondo pagina)

2. Come possiamo interpretare le seguenti espressioni?

    – prima che ti spedisca all’altro mondo (p. 20)

    – pendaglio da forca (p. 21)

    – cavargli di bocca (p. 22)


tn02-tempo

agosto: 2017
L M M G V S D
« Giu    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 1.012 follower

Follow Diegocare's Blog on WordPress.com

Statistiche del Blog

  • 558,142 visite

Più votati

AVVISO AI LETTORI

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001. Le foto e i disegni inseriti sono dell'autore e, in alcuni casi, scaricate dal web. Se sono stati lesi diritti di terzi, l'autore prega di segnalarli. L'autore del blog provvederà immediatamente alle opportune rimozioni. Siete liberi di copiare e distribuire gli scritti e i disegni ma non di alterare, modificare o aggiungere nulla: essi non possono essere usati per scopi commerciali e deve essere attribuita sempre all'Autore la paternità dell'opera.